"Chi lavora con le mani è un operaio, chi lo fa pure con il cervello è un artigiano, chi vi aggiunge il cuore è un artista." (Louis Nizer)



giovedì 26 giugno 2008

Ricordino per il campo estivo

Lunedì ho ricevuto una telefonata che non mi aspettavo. Mi hanno chiesto se avevo voglia di preparare i ricordini per i bambini che proprio quel giorno sono partiti per il campo estivo organizzato dalla Parrocchia. Anche se al telefono sentivo quasi "paura" di chiedermi questo favore, e l'educatore si è scusato per averci pensato anche un po' troppo all'ultimo momento, è stato davvero un momento pieno di nostalgia. Ho ricordato l'ultima volta che sono partita anche io, 7 anni fa, con una figlia di 3 anni, di quanto mi ero arrabbiata per alcuni elementi che avevano rovinato l'atmosfera di solito meravigliosa che si respira durante quei 12 giorni in quella grande casa. Mi sono tornati in mente tutti gli anni precedenti, quelli in cui misono davvero stancata ma anche divertita, commossa, passato dei bei giorni. Quanti ricordini, cartelloni, maschere, scenografie e cose varie di quel tipo mi hanno fatto fare! E i fazzoletti al collo, come quelli degli scout, e il fischietto, e le notti passate a preparare la giornata successiva e poi a fare gli scemi cercando di non svegliare i bambini che dormivano ai piani di sopra...

Quanti ricordi. E ancora una volta, è successo che già da un po' ci pensavo, pensavo che mi piacerebbe tornare con loro ad aiutarli. E come se mi volessero mettere alla prova, ecco qui questa richiesta. Quest'anno mi accontenterò di preparargli solo questi semplici ricordini, ma l'anno prossimo, chissà?...

Eccoli qui, 40 portachiavi semplici, in cuoio pirografato e dipinto. Ho disegnato la gabbianella Fortunata, quella di La Gabbianella e il gatto, il libro sul quale "rifletteranno" i bambini per tutti i giorni del loro turno. Non sono proprio perfetti questi portachiavi, ma alla fine sono soddisfatta e felice di averli potuti fare. Mi sento parte dei ragazzi che sono lì :)

Non sgridatemi se ho messo la foto in verticale invece che in orizzontale, è il blog che me la mette così, io l'ho salvata nell'altro senso, e non capisco perchè invece me la visualizza in questo modo, anzi se qualcuno mi illuminasse ne gliene sarei grato :)
Per ora abbiate pazienza, per vedere meglio inclinate la testa se mai... :P

2 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Dai che sei stata super brava e super veloce!
Una bella idea, anche indistruttibile... eheheh!!!

Credo che in questo caso la foto sia venuta lunga perchè in largo forse non ci stava???
Non sò, a me non è maaaaai successo questo col modulo di caricamento foto!

Il tuo racconto è davvero commovente!
Un bacio!

Saby ha detto...

non credo che la foto sia troppo larga perchè di solito si rimpiccioliscono... boh! Comunque non volevo essere commovente, perbacco! Comunque continuano a succedere cose tutte puntualissime, apposta per farmi venire nostalgia! :P